Stampa
Categoria: Notizie
Visite: 1685

“LA NATURA  E’ UN LIBRO SCRITTO IN CARATTERI MATEMATICI E  LA MATEMATICA E’ L’ALFABETO NEL QUALE  DIO HA SCRITTO L’UNIVERSO”

(GALILEO)

IMG 20171121 WA0019

In occasione della “Giornata Nazionale degli Alberi”

istituzionalizzata  nel 2010 l’Istituto Comprensivo Principe Amedeo ha organizzato per il giorno 23 Novembre una manifestazione volta alla celebrazione ed alla divulgazione di una “sana coscienza ecologica”.

Genitori, docenti ed alunni si sono riuniti nella sala polifunzionale dell’Istituto dove sono stati accolti dall’ esecuzione del canto “Il tesoro più grande” (musica e parole dell’insegnante Vecchione Monica) eseguito dagli alunni delle classi quinte della scuola primaria “Don Bosco”.

Gli stessi allievi hanno poi illustrato “Il ciclo della pianta” raffigurato con immagini e didascalie su un cartellone preparato assieme ad altri lavori in classe.

I bambini della scuola primaria Mazzini, invece, hanno recitato la poesia “Il Meglio” del poeta Douglas Malloch mentre gli alunni della classe I E si sono cimentati nella declamazione della “Preghiera degli alberi”, toccante iscrizione trovata legata ad una pianta in Portogallo (Juliette de Bairacli Levy, “Traveler’s Joy”)

Ricco di forza vitale e di energia primordiale è stato il momento della visione del video  in PowerPoint sull' importanza dell' albero, le radici e la sacralità della vita preparato dagli alunni delle classi IE e IC coadiuvati dalla prof.ssa Vaudo.

Particolarmente emozionante è stato l’incontro con la scrittrice Stefania Gionta, speaker radiofonica esperta in giornalismo ambientale che ha presentato il suo libro “Il segreto di Gea”  la cui protagonista Diana, attraverso mirabolanti avventure con l’aiuto degli amici di sempre e di creature fatate riuscirà a sconfiggere gli spiriti maligni che vogliono distruggere il nostro pianeta.

Una storia per ragazzi, ma non solo, la struttura narrativa infatti cela un messaggio di valenza universale: unicamente rispettando la natura che ci circonda potremmo assicurare alle generazioni successive le condizioni migliori per il “progresso civile, sociale, ed economico” della nostra Nazione.

Purtroppo le previsioni per il futuro sono tutt’altro che rosee: nel 2017 sono stati incendiati 141mila ettari di boschi, con un incremento del 316% rispetto agli anni precedenti.

 Sono queste le cifre diffuse dalla Coldiretti in seguito all’analisi dei dati rilevati  dell’European Forest Fire Information System (Effis) della Commissione Ue.

“Ci vorranno almeno 15 anni – ha sottolineato la Coldiretti – per ricostruire le aree andate a fuoco con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo immani” .

Proprio per compensare (materialmente e simbolicamente attraverso il trionfo della vita) la perdita del patrimonio boschivo è usanza in occasione della giornata dell’albero “mettere a dimora” una nuova pianta.

Quest’anno l’Istituto Comprensivo Principe Amedeo ha effettuato la piantumazione di una bellissima  magnolia (il maestoso sempreverde è stato donato dal Comune) simbolo di forza, dignità e perseveranza caratteristiche che da sempre contraddistinguono le scelte e le azioni della nostra Scuola che con tenacia persegue l’obiettivo primario dello sviluppo armonico dei suoi discenti.

Ed è proprio a questo fine comune che la Preside Maria Angela Rispoli  si è appellata nel suo discorso ringraziando il vice sindaco  Angelo Magliozzi per la sua preziosa presenza ed auspicando per il futuro una più fattiva collaborazione tra l’Istituto Comprensivo Principe Amedeo e le istituzioni, nel segno dell’armonia e del rispetto reciproci.

La Dirigente Scolastica ha poi lodato l’ottimo lavoro svolto da docenti ed alunni, che hanno consentito il successo della manifestazione ed ha espresso la propria soddisfazione per la presenza numerosa dei genitori che attenti e partecipi hanno seguito con entusiasmo l’evento.

Dopo aver ricordato i problemi ambientali che minacciano la Terra e privano l’umanità della ricchezza della biodiversità ha invitato tutti i presenti a recarsi nello spazio adiacente la segreteria per l’interramento della magnolia ricordando che la piantumazione di essenze arboree ha riguardato anche gli altri edifici scolastici.

I bambini della scuola dell’infanzia Giovanni Paolo II e delle scuole Mazzini e Don Bosco, infatti, hanno interrato (oltre a querce, rosmarino, aloe, lauro ceraso…) piantine di cisto, corbezzolo, mirto, viburno donate dal Parco Monte Aurunci (l’Istituto Comprensivo ha aderito all’iniziativa “Ripiantiamo la vita”).

La manifestazione si è conclusa con un abbraccio simultaneo dei vari plessi della Principe Amedeo all’albero, simbolo di vita: stretti in un girotondo, mani e cuori giunti, adulti e bambini hanno celebrato la forza primordiale dell’universo sancendo ancora una volta un momento di “buona scuola” quella vera, vissuta non solo fra i banchi o dietro una cattedra, ma “nella condivisione di un momento comune fuori da schemi ed imposizioni poiché è solo ascoltando simultaneamente il linguaggio delle emozioni che si stabilisce una vera relazione educativa”.

IMG 20171123 WA0022IMG 20171123 WA0023IMG 20171123 WA0024IMG 20171123 WA0025InkedIMG 20171123 WA0021 LIInkedIMG 20171123 WA0026 LI

IMG 20171123 WA0055IMG 20171123 WA0056IMG 20171123 WA0057IMG 20171123 WA0058IMG 20171123 WA0064IMG 20171123 WA0065IMG 20171123 WA0066IMG 20171123 WA0068IMG 20171123 WA0074 1IMG 20171123 WA0075IMG 20171123 WA0076 1IMG 20171123 WA0076 2IMG 20171123 WA0077IMG 20171123 WA0078IMG 20171123 WA0080IMG 20171123 WA0082IMG 20171123 WA0085IMG 20171123 WA0086IMG 20171123 WA0087IMG 20171123 WA0088InkedIMG 20171123 WA0084 LI

Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (IMG-20171121-WA0019.jpg)IMG-20171121-WA0019.jpgCarmela Silva79 kB