Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

ScuolaInfanzia  Agli inizi di marzo, la colonna sonora della nostra vita è stata interrotta da un nemico invisibile ed infido, arrivato all’improvviso, come quei temporali che si scatenano con tutta la loro forza in un giorno d'estate, con la pioggia che non ti dà scampo ed i fulmini che bruciano l’aria…

Il silenzio ha pervaso le strade, le scuole, le aule… un silenzio assordante intriso di timori e brutti presagi, un’esperienza drammatica per noi adulti, ma anche per i più piccoli che pur non capendo appieno la reale complessità e drammaticità degli avvenimenti hanno vissuto in prima persona le limitazioni e le deprivazioni imposte dal lockdown.

Un periodo, quello appena trascorso, che sicuramente lascerà un segno indelebile in ognuno di noi, trasformando le nostre abitudini in maniera radicale, facendoci assumere comportamenti più responsabili e rispettosi non solo nei confronti del prossimo, ma anche dell’ambiente.

I mesi di confinamento domestico, infatti, hanno permesso di assistere a un potente risveglio della natura che si è riappropriata dei propri spazi; il tema della sostenibilità ambientale era stato già affrontato dalle insegnanti della scuola dell'infanzia "Mazzini" all'inizio dell'anno ed è poi diventato il tema della “Festa del diploma 2020”.

Ma come concludere il percorso educativo didattico intrapreso senza potersi incontrare, senza ammirare tutti insieme i cambiamenti del paesaggio?

I docenti hanno scelto di farlo con un racconto che parla dell' interazione tra una bimba ed una balena spiaggiata dopo aver ingoiato tanta plastica.

A causa di questo evento infausto, la bambina ed il cetaceo danno vita ad una bellissima avventura in cui mettono a frutto le loro esperienze per salvaguardare l’ambiente marino (e non solo).

La storia, intitolata “Nami e Fibi” è stata raccontata frase per frase da tutti i bambini cinquenni del plesso Mazzini, attraverso un video prodotto a distanza, un collage di interventi assemblati in un unico filmato accompagnato anche da una canzone eseguita e coreografata con lo stesso sistema.

Una “clip” di oltre 22 minuti che ha riunito in un abbraccio a distanza tutti i bimbi e le insegnanti nel segno della speranza per un futuro migliore...

Anche i docenti della scuola dell'infanzia "Giovanni Paolo II" hanno realizzato un video di “commiato” per i cinquenni che a settembre passeranno all'ordine scolastico successivo ripercorrendo i momenti più belli ed incisivi trascorsi durante i tre anni insieme.

Tutti i piccoli discenti del plesso sono stati salutati dai loro docenti con audio, fiabe, filastrocche, attestati di merito, videochiamate intrise di dolcezza e un pizzico di malinconia a coronamento di un anno scolastico particolare, ma significativo, “un anno che chiude i suoi battenti in modo anomalo”- come ha detto la Preside della “Principe Amedeo” Maria Angela Rispoli nel suo intenso e sentito discorso ai bambini della scuola dell’ infanzia, augurando loro un’estate all’insegna della spensieratezza e della vivacità operativa in attesa di iniziare tutti insieme a settembre un nuovo percorso formativo.

Buone vacanze bambini