Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

IMG 20191009 WA0001  Identificarsi con il proprio territorio significa conoscerlo e comprenderne appieno la storia locale.

Con questo intento, il giorno 9 ottobre 2019 gli alunni delle classi 3 A e 3 C della Scuola secondaria dell’Istituto Comprensivo Principe Amedeo, accompagnati dalle docenti Matarazzo Daniela, Staibano Maria, Giuseppina Mura e Maria Vellucci, hanno effettuato un’uscita didattica a Monte Orlando per approfondire una pagina di storia locale inerente le tracce borboniche nella nostra città.

Tale percorso,

già iniziato lo scorso anno con la visita al Ponte Real Ferdinando, gestito dal Comitato Luigi Giura, è stato ripreso in questo mese in concomitanza con lo studio delle vicende che hanno segnato il nostro paese durante il Risorgimento.

L’uscita segna la conclusione di questo percorso di studio approfondito attraverso la realizzazione di cartelloni esplicativi, power point, attività di ricerca sulle fonti storiche e tanto altro.

L’attenzione dei ragazzi si è rivolta in particolare allo studio delle polveriere e dei resti di edilizia borbonica presenti sul nostro territorio, in particolare: la Montagna Spaccata con la Grotta del Turco, Cappella del Crocifisso dove erano soliti recarsi per pregare i sovrani Ferdinando II e Francesco II e le polveriere dislocate su versante meridionale di Monte Orlando, denominate Carolina, Ferdinando e Trabacco.

Della prima sono rimasti pochi ruderi a causa dello scoppio di un ordigno bellico del 1939, mentre della seconda si ammirano le didascalie e i pannelli fotografici che la rendono attualmente sede del laboratorio di studi e museo del Parco Riviera di Ulisse.

La Trabacco è stata vista solo dall’alto in quanto il sentiero non è aperto al pubblico per motivi di sicurezza.

Dopo una passeggiata naturalistica e scenografica, grazie soprattutto al panorama che si osserva dall’alto, gli alunni hanno visitato la Batteria Superiore ed Inferiore di Monte Orlando per poi effettuare una briosa merenda in compagnia del Professor Paolo Leccese che ha voluto salutare così i suoi ex-alunni.

Con una passeggiata nel centro Medievale di Gaeta (Via della Breccia, Via Angioina e Piazza Traniello) si è concluso questo tuffo nella storia alla ricerca delle tracce borboniche sul nostro territorio, anche se il percorso storico si concluderà a scuola con un lavoro di sintesi degli alunni, ben consapevoli che per valorizzare il proprio territorio e dargli quella dignità che merita, bisogna conoscerlo e soprattutto a partire dal proprio vissuto.

IMG 20191009 WA0012 IMG 20191009 WA0006 IMG 20191009 WA0015