Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.18.44  Un’accoglienza all’insegna dell’allegria e della gioia quella riservata agli alunni della scuola primaria e della scuola dell’ Infanzia del plesso Mazzini che il giorno 18 settembre si sono riuniti per festeggiare l’inizio del nuovo anno scolastico.

I bambini, accompagnati nel loro percorso dai genitori, prima di entrare nella palestra hanno sostato nell’atrio dell’ Istituto dove è stato dato loro il benvenuto attraverso un Poster recante l’aforisma sulla parola chiave donata dalla Preside per il nuovo anno scolastico:

                                                “Il nostro traguardo:

                         Una scuola che unisce e costruisce con DIGNITA’ …”  

  

Ed è proprio ai valori della tenacia e della perseveranza che si è appellata la Dirigente Scolastica Maria Angela Rispoli che nel suo discorso ha auspicato un percorso formativo che veda i piccoli discenti protagonisti consapevoli e responsabili del loro futuro: “Abbiate il coraggio di osare, per volare con determinazione e dignità, nel cielo infinito del sapere…”

In un clima denso di emozioni ogni singolo alunno in ingresso nella scuola primaria e nella scuola dell’infanzia è stato nominato individualmente e presentato alla Preside che ne ha ufficializzato il nuovo cammino formativo sottolineando l’importanza e nello stesso tempo la delicatezza del compito educativo che la scuola in primis (come agenzia preposta) e la famiglia (in quanto ambiente naturale del bambino) sono chiamate ad espletare ed ha auspicato un rapporto di fattiva collaborazione tra le due istituzioni (sancito dalla stretta di mano tra la Dirigente Scolastica e ciascun genitore) per il conseguimento “di un risultato condiviso, rivisto e perfezionato in un ciclo di miglioramento continuo”.

Tutti gli alunni, i familiari ed i docenti si sono, poi, riuniti nella Villa comunale “Generale Vincenzo Traniello” addobbata per l’occasione con palloncini e striscioni colorati dove la Dirigente Scolastica ha augurato un “bentornato” a tutti gli studenti delle classi della scuola primaria e della scuola dell’infanzia esortandoli a mantenere sempre accesa la fiamma della curiosità e a non sentirsi mai paghi di conoscenza poiché per quanto la via del sapere possa essere, a volte, irta e costellata di ostacoli bisogna perseverare nella conquista dell’obiettivo impegnandosi con determinazione e tenacia.

“Ragazzi sognate, sognate di volare in alto, non scoraggiatevi, non accontentatevi mai” dopo queste parole vibranti di forza e fiducia la Preside ha socializzato a tutti i presenti la nuova parola chiave: “Dignità”, termine che ribadisce il valore intrinseco e inestimabile di ogni essere umano (art. 1 della DU dei diritti dell’uomo: “Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali in dignità e diritti”).

Il conto alla rovescia (reso più festoso dallo scoppio dei coriandoli) e l’intonazione dell’ Inno Nazionale declamato ponendo la mano sul cuore hanno sancito l’ inizio del nuovo anno scolastico…

Il giorno 20 Settembre è stato il turno della scuola primaria Don Bosco di dare il benvenuto ai nuovi piccoli discenti: ogni alunno è stato accompagnato da un genitore che con rispetto e fiducia nelle istituzioni scolastiche ha “stretto” la mano porta dalla Dirigente stabilendo con la scuola un patto di mutua reciprocità e reale collaborazione : “un sinergico impegno nel voler fare ed essere” affinchè il nostro Istituto si configuri, come sempre, ed ancor di più di sempre “luogo di confronto, aperto alla parola costruttiva, alla diversità empatica, alla sana curiosità, alla riflessione attenta e consapevole, all'ascolto proattivo, alla operosità generosa, alla comunicazione efficace ed intelligente”.

I bambini di quinta hanno accolto i compagni appena giunti declamando la poesia “Un mondo a colori” mentre i bambini di prima hanno recitato una filastrocca; tutti insieme hanno poi intonato l’inno dell’Istituto “Stella Principe”

La Preside ha augurato ad ognuno di loro un percorso di lavoro fruttuoso e all’ insegna dell’armonia, del successo e della cooperazione: le difficoltà da superare saranno molteplici ma bisogna sempre avere il coraggio di spiegare le ali, cercando di superare i propri limiti e non importa se a volte il cuore avrà un piccolo fremito, non bisogna temere la paura se da essa riusciamo a trarre la forza per agire con determinazione mantenendo integra la nostra Dignità.

Le insidie del mondo sono molteplici, ma nessuno può portarci via deliberatamente il Rispetto che, ogni individuo “conscio del proprio valore sul piano morale, deve sentire nei confronti di se stesso e degli altri e tradurre in un comportamento e in un contegno adeguati” .

Ai valori della decoro, della determinazione del rispetto e dell’armonia fra i popoli è stata ispirata la scelta del canto “Esseri umani” di Marco Mengoni che i bambini hanno intonato con trepida emozione “incantando” il folto pubblico presente in sala e la scritta posta sul cartellone di benvenuto:

                    “La dignità il più bel vestito che possiamo indossare”

Gli alunni di quinta hanno poi donato ai bambini di prima la chiave del sapere, simbolico passaporto per il loro passaggio alla scuola dei “grandi” e prezioso strumento per aprire lo “scrigno della conoscenza”, una cultura intesa non solo come acquisizione di un insieme di nozioni intellettuali, ma come formazione “che sprigioni vita e crei ali che permetteranno l'esercizio dell'immaginazione e del sogno” poiché come ha ribadito anche il prof Raffaele Matarazzo (intervenuto in rappresentanza dell’ente comunale) “ludendo docere”!

Tra l’entusiasmo generale la scena si è spostata nello spazio cortivo dove la Dirigente ha rivolto un caloroso e gioioso bentornato a tutti gli alunni esortandoli a realizzare il progetto della loro vita con determinazione e passione e a non arrendersi di fronte agli ostacoli che incontreranno (l’importante non è non cadere, ma avere la forza di rialzarsi e di ripartire, ogni volta, con lo stesso spirito indomito e moralmente integro dell’inizio).

Dopo l’esecuzione del Canto degli Italiani, fra coriandoli, lancio di palloncini, applausi, risate e tanta gioia (perché il primo giorno di scuola deve essere per i bambini una festa piena di colori, musica e sorrisi, un dolce ricordo da portare con sé nel tempo e non un lugubre ingresso in una scuola “stantia”) la Dirigente Scolastica ha avviato il collettivo conto alla rovescia augurando un anno scolastico all’insegna della custodia del valore più grande nella vita di ognuno: la Dignità.

“Non si fa il proprio dovere perché qualcuno ci dica grazie, lo si fa per principio, per se stessi, per la propria dignità"

Buon Anno Scolastico a tutti!

Plesso Mazzini
 WhatsApp Image 2019 09 18 at 13.46.24  WhatsApp Image 2019 09 18 at 13.46.24 1
   
 WhatsApp Image 2019 09 18 at 13.46.25 2  WhatsApp Image 2019 09 18 at 13.46.25 3
Plesso Don Bosco
WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.04 WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.33
WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.31 3 WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.34 1
 WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.18.53  WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.18.58
 WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.02  WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.05
 WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.09  WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.18
WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.31 WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.31 2
WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.33 1 WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.19.34 4
WhatsApp Image 2019 09 22 at 18.20.43